STORIE DELLE TERRE UNITE PRESENTA: IVAN ROCCA



1- Ciao, parlaci un po’ di te

Ciao, mi chiamo Ivan Rocca, ho trentasette anni e amo definirmi uno scrittore ristoratore. Vivo a Sherwood, Nottingham, nel Regno Unito. Ho trovato una giusta combinazione tra il mondo della scrittura, che mi vede coinvolto dietro una scrivania, e il mondo della ristorazione, che mi vede impegnato a scorrazzare come un matto nel ristorante che gestisco.


2- A che età ti sei avvicinato al mondo della letteratura?

Leggo da prima di saper leggere. Nel senso che all’età di tre o quattro anni, già aprivo i libri e cercavo di decifrare quei simboli che comparivano sulle pagine. Ho cominciato a leggere i primi fumetti a cinque anni.


3- Qual è stato il primo libro che hai letto?

Tralasciando i libri per bambini e ragazzi, il primo vero e proprio libro adulto che ho letto è stato It di Stephen King all’età di undici anni. E’ stato un vero e proprio trauma che tornerei a subire volentieri.


4- Chi o cosa ti ha portato a scrivere?

Le storie che avevo dentro si agitavano così tanto da richiedere di essere vergate su carta. Non ho potuto fare altrimenti, non avevo alternative.


5- Che genere scrivi?

Principalmente fantasy ma cerco di mettermi alla prova e spaziare. Ho scritto una serie di fiabe moderne e alcuni racconti horror. Al momento sto scrivendo una sorta di diario in chiave comica basato sul mondo della ristorazione.


6- Parlaci del tuo libro

“Alexander – Le Squadre della Morte è un romanzo fantasy, il primo di una saga. Il secondo volume sarà pubblicato ad Aprile 2021. Si tratta di un classico romanzo fantasy medievale MA visto dall’altra faccia della moneta. Come sarebbe stato il Signore degli Anelli visto dai Nazgul? O Harry Potter dal punto di vista dei Mangiamorte? Nei romanzi di Alexander i buoni seguono la loro strada e fanno le loro scelte. A noi interessa che cosa stanno facendo gli altri, i diversi.


7- Con chi hai pubblicato? Raccontaci un po’ la tua avventura.

“Alexander – Le Squadre della Morte” ha avuto una storia lunga e travagliata. Ho proposto il mio romanzo al Gruppo Editoriale Armenia nel 2013, che lo ha accettato. Non potevo credere ai miei occhi quando, scrittore esordiente, ho firmato il contratto con una grande Casa Editrice. Il sogno è stato infranto pochi mesi dopo quando Armenia a chiuso a sorpresa lasciando basiti lettori, autori e impiegati stessi. Di recente Armenia ha riaperto ma non accetta più autori italiani.

Ho quindi ricominciato la trafila e ripubblicato Alexander con un’altra Casa Editrice nel 2015, ma la scarsa collaborazione mi ha portato ad accantonare il progetto.

Oggi “Alexander – Le Squadre della Morte” rinasce in una versione ampliata e rinnovata, con nuova grafica, copertine e mappa.


8- Ti piacciono anche altri generi?

Sono un amante dell’horror ma non disdegno anche altri generi.


9- Qual è il tuo fine? Perché scrivi?

Scrivo perché non posso fare altrimenti.


10- A chi sono rivolti le tue fatiche letterarie?

A tutti i lettori e a tutte le fasce d’età.


11- Ci sono progetti futuri che vorresti condividere con noi?

C’è tanta carne al fuoco, ma preferisco puntare I riflettori su di essa a tempo debito.


12- Hai un messaggio da dare a chi, come te, si è o si sta avvicinando a questo* meraviglioso mondo della scrittura?

Cettamente. Se si ha la passione e la dedizione, se si ama ciò che si fa, non, e ripeto non, desistere. Le soddisfazioni arriveranno.


13- Dove possiamo trovarvi?


· Link di acquisto: https://www.amazon.it/dp/B08WZH54RN


· Pagina Facebook: https://www.facebook.com/IlcassettodiIvanRocca


· Pagina Instagram: Ivan_Alexander_Rocca


· Sito web: www.ivanrocca.com

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti