STORIE DELLE TERRE UNITE PRESENTA: SARA CREMINI





1- Ciao, parlaci un po’ di te


Ciao, sono Sara e ho trentaquattro anni. Sono di Brescia e vivo in un paesino di provincia, circondato da immense e meravigliose montagne. Sono una divoratrice di libri e da qualche anno ho rispolverato la mia passione per la scrittura. Sono una maestra di scuola primaria, lavoro che amo e mi dona grandi soddisfazioni. Adoro gli animali - vivo con due gatti - e ascoltare musica. Mi ritengo una persona sensibile e sono decisamente “logorroica”.


2- A che età ti sei avvicinata al mondo della letteratura?


Non so dirti un’età precisa, ricordo solo che da quando ho imparato a leggere ho iniziato ad esplorare i mondi di carta, quell’amore per le storie narrate tra le pagine non mi ha mai abbandonato. Indubbiamente si è rafforzato quando, all’età di dodici anni, ho ricevuto in regalo il primo libro della saga di Harry Potter. Mai dono di mia mamma fu più azzeccato.


3- Qual è stato il primo libro che hai letto?


Ricordo il primo racconto che lessi, faceva parte di una raccolta di favole che si collezionavano in edicola. Il titolo doveva essere qualcosa come “Il macinino magico”. Più in generale, sin da piccola adoravo i fumetti di Topolino e Paperino, ma leggevo prettamente storie fantastiche. Con l’adolescenza ho scoperto l’amore per le opere di Shakespeare, una su tutte “Otello” e la curiosità per letture di gialli e misteri da risolvere. Il genere che non mi ha mai abbandonato come lettrice è, comunque, il fantasy.


4- Chi o cosa ti ha portato a scrivere?


Ho iniziato a scrivere per far compagnia ad un’amica che era lontana da me e in quel periodo stava vivendo eventi particolari. Scrivevo e le inviavo i capitoli per mail. Grazie al rapporto con lei, ho trovato il coraggio di ascoltare il mondo magico da me poi narrato, che mi parlava già da un po'.


5- Che genere scrivi?


Scrivo storie Fantasy, perché fanno parte del mio essere e mi permettono di parlare di temi profondi senza sfociare in qualcosa che non mi appartiene. Vorrei anche cimentarmi nella stesura di gialli, ma per quello non è ancora giunto il momento, lol.

Anche se…


6- Parlaci del tuo libro


Il mio primo libro si chiama “Neméria- La Seconda Rivolta degli Orchi” ed è il primo di una trilogia. Neméria è il mondo magico in cui tutta la vicenda è narrata. Nel primo capitolo della saga, le razze di maghi, streghe, elfi e nani si trovano a fronteggiare gli orchi, capitanati dal generale Krusher. Questo, infatti, ha il desidero di modificare la condizione “Anamagica” degli orchi, unica razza a non possedere la magia. Il secondo libro, invece, si intitola “Neméria- I Demoni del Passato” e vede tornare i protagonisti conosciuti nella prima vicenda. Essi saranno chiamati a tentare di fermare un nuovo nemico, che ha l’intento di distruggere per sempre il mondo di Neméria.


7- Con chi hai pubblicato? Raccontaci un po’ la tua avventura.

Il primo libro è stato pubblicato da Europa Edizioni. Quando lo scrissi ero poco avvezza al mondo dell’editoria e cercai informazioni in internet su case editrici che pubblicassero fantasy. L’esperienza con Europa è stata interessante, ma non mi ha soddisfatta del tutto, per questo, forte anche del fatto che negli anni ho ampliato il mio bagaglio di conoscenza rispetto alla pubblicazione, con il secondo libro ho deciso di muovermi diversamente. Tramite il mio profilo instagram ho iniziato ad “esplorare” le pagine di case editrici che seguivo e, tra tutte, ne ho selezionate alcune che mi incuriosivano o stimolavano. Da lì, ho poi inviato il manoscritto e ho ricevuto quattro diverse proposte di pubblicazione. Ho scelto di pubblicare con PAV editore. Mai scelta fu più azzeccata. Ora ho intenzione di passare a loro anche con il primo romanzo, dato che al termine di questo anno scade il contratto con Europa e invierò sempre a loro il terzo ed ultimo manoscritto della saga, sperando di poter vedere, così, la mia trilogia realizzata.


8- Ti piacciono anche altri generi?

Amo molto il genere giallo o il noir. Anche se il fantasy, in tutte le sue forme, resta il mio primo e vero amore.


9- Qual è il tuo fine? Perché scrivi?

Scrivo perché mi aiuta a stare bene, a superare momenti no o a portare alla luce momenti importanti del mio vissuto. Scrivo per raccontare ai lettori la mia visione della vita, utilizzando gli archetipi del fantasy. Scrivo perché scrivere fa parte di me.



10- A chi sono rivolti le tue fatiche letterarie?

Io, prima che essere una “scrittrice” sono una maestra. Per questo, Neméria si rivolge ad un pubblico vario: può essere letto dai più piccoli, come fiaba che permette di esplorare per la prima volta il genere fantasy, ma anche dai più grandi. Diciamo che mi piace l’idea di pensare che, per i contenuti che tratta, la mia saga possa essere letta da chiunque lo desideri.



11- Ci sono progetti futuri che vorresti condividere con noi?


Ho diversi progetti futuri in cantiere. Prima di tutto, sto portando a termine la stesura del terzo ed ultimo libro della mia saga. Mi prenderò tempo prima di “buttarlo” sul mercato, perché sento di aver bisogno di dare il giusto addio ai miei personaggi e alla loro storia.

Nel frattempo, sto partecipando ad un corso di scrittura creativa, che mi sta dando stimoli per cimentarmi in scritture di brevi racconti che si discostano una po' dalla mia confort zone di scrittura.

Ho intenzione di partecipare a due concorsi, con due racconti diversi ancora in fase di stesure.

Inoltre, due mie brevi lavori verranno pubblicati nel corso di quest’anno, in due differenti raccolte di cui ancora non posso dire nulla.

Come già detto prima, vorrei anche sperimentarmi nella scrittura del genere giallo, ma per riuscire in quello sento di avere bisogno di molto studio.

Infine, vorrei continuare a portare avanti il progetto che ho chiamato “Neméria nelle scuole”, di cui sono molto fiera. Questo progetto è caratterizzato da due laboratori, nei quali incontro le classi che scelgono di leggere Neméria. Unisce la mia passione per la scrittura a quella per il mio lavoro di maestra, quindi mi dona tanta gioia.


12- Hai un messaggio da dare a chi, come te, si è o si sta avvicinando a questo meraviglioso mondo della scrittura?

Il mio consiglio è quello di studiare tanto, cercare di migliorarsi sempre, ascoltare il proprio cuore e lasciarsi trasportare dalla penna, così che ogni storia che si vuole raccontare possa venire alla luce. Penso sia anche molto importante curare il proprio lavoro nei minimi dettagli, informarsi sul mondo editoriale in generale e sul mondo dei social, per riuscire anche a “creare” profili che possano aiutare a far conoscere se e il proprio operato su carta.



Link di acquisto: https://www.amazon.it/seconda-rivolta-degli-orchi-Nem%C3%A9ria/dp/8893847426/ref=cm_cr_arp_d_product_top?ie=UTF8


https://pavedizioni.it/prodotto/nemeria-i-demoni-del-passato (lascio questo link perché, dal 12 di marzo fino a data da definire, sul sito della CE c’è una promozione: su ogni libro ordinato verrà inviato un altro libro in omaggio.)



Pagina Facebook: https://www.facebook.com/sara.cremini.5



Pagina Instagram: https://www.instagram.com/lecronachedinemeria/


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

©2020 di Storie delle Terre Unite Il risveglio della Fenice. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now